07 - Precisare impegni e attese al co-leader

MESSA IN PRATICA:

Quando si chiede a un membro della cellula di diventare co-leader, bisogna procedere con grande rispetto, in un reale spirito di dialogo e di chiarezza, per permettergli di assumere una decisione libera e responsabile:

1. Come inviterò il futuro co-leader a essere parte attiva in una visione e non a ricoprire un ruolo? Come trasmettergli la visione di ciò che potrà compiere, come leader che si moltiplica?

2. Come gli spiegherò nei dettagli le aspettative egli impegni di ciascuno, perché la relazione sia veramente efficace?

3. Quali domande gli farò perché tutto sia chiaro nei suoi impegni, per esempio:
- Cosa pensi tu di questi impegni?
- Saresti in grado di assumerti questi impegni già in questo momento?
- C’è qualcosa che, per ora non ti senti in grado di fare ?
- C’è qualcosa che ti urta, non condividi in questi impegni ?

4. Come gli domanderò:
- se si sente pronto ad assumere un impegno?
- se ha bisogno di discutere o approfondire con qualcun altro prima d’impegnarsi?
- se è disposto ad affidarsi a quest’impegno nella preghiera, ora?
- se possiamo contare su di lui come co-leader?
- se vuole partecipare attivamente alla crescita e alla moltiplicazione della cellula?
- se si sente pronto ad approfondire la sua preparazione?

L’impegno del leader-accompagnatore
Il leader, come accompagnatore, preciserà i programmi di formazione con il futuro co-leader. Egli così saprà chiaramente che ci si attende da lui che partecipi ai corsi in questo periodo della formazione. Ciò gli darà la sicurezza che la formazione e l’accompagnamento del co-leader sono già ben tracciati. Ma il leader –accompagnatore deve anch’egli impegnarsi personalmente per il futuro leader ed essere chiaro sul come intende mettersi in gioco per lui. Il leader-accompagnatore è coinvolto seriamente per il futuro del co-leader a:
- Accompagnarlo lungo tutto il percorso della formazione.
- Assicurargli un accompagnamento in ciascuna tappa del percorso.
- Incoraggiarlo man mano che si incontrano sfide da superare.
- Essere pronto ad ascoltarlo e a rispondere ai suoi bisogni di formazione.
- Far in modo che si relaziona anche con altri leader, co-leader e con il parroco.

Il leader accompagnatore deve indicare concretamente le sue finestre di disponibilità così come i luoghi d’incontro per accogliere il co-leader, per evitare interferenze con la esigenze della vita privata e i possibili equivoci per incontrarsi. Il leader-accompagnatore deve anche richiamare ugualmente al co-leader le regole di riservatezza alla base di questo tipo di relazione.

Come presenterò al futuro co-leader il mio impegno personale come leader, formatore e accompagnatore?
_____________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________

 

Visit www.betroll.co.uk the best bookies